Banner Sito Web

L’esaltazione della coerenza in una società incoerente

da | Mar 18, 2022 | News

2
0

L’esaltazione della coerenza come valore fondamentale di una persona valida e rispettabile è uno dei mali dei nostri tempi.

La nostra società si evolve giornalmente, cambiando forma come fosse pongo a cui viene dato uno stampino sempre diverso. Anzi se vogliamo essere davvero onesti la nostra società è come la plastica.

Un materiale senza una forma propria, senza un colore proprio, senza un sapore proprio, talmente manipolabile da assumere qualsiasi forma e colore ma senza possibilità di assumere un sapore suo.

Perché una società di plastica celebra la coerenza?

Per antonomasia la coerenza è l’esatto opposto della plastica. Una volta presa una posizione, quella si mantiene ad ogni costo, anche quello delle proprie stesse idee. Perlomeno questo è quanto l’abuso continuo di parole ci ha portati a pensare. La coerenza è sicuramente una qualità, ma nel mondo moderno la sua celebrazione fa rima con l’ottusità, è addirittura reazionaria. Se fino a qualche tempo fa avevate un pensiero su un qualcosa di cui eravate pienamente convinti, in nessun modo potete cambiare idea a riguardo perché risultereste falsi, senza ideali e persone di cui non fidarsi.

Praticamente il crescere e cambiare non è più permesso, se crescete credendo in qualcosa per ignoranza o poca attenzione ed un giorno deciderete di informarvi, di vedere perché qualcuno la pensa diversamente e rivedere le vostre opinioni mi raccomando non ditelo a nessuno!

Noi vi apprezzeremmo, anche se sviluppaste un’idea diversa dalla nostra già soltanto per lo sforzo e la propensione a conoscere e cambiare ma chi siamo noi in confronto alla società?

Ma torniamo in tema. Perché una società di plastica, quindi senza identità,  tende alla esaltazione della coerenza ad un’idea iniziale senza possibilità di crescita? Perché non vuole che cresciate! Perché per tenere sotto controllo qualcosa questa deve restare immutabile. Tutte le idee sono concesse, giuste o sbagliate che siano sono concesse a patto che non cambino mai.

esaltazione-della-coerenza

L’esaltazione della coerenza come paradigma di serietà

Sei cresciuto in una famiglia cattolica e liberale ma un giorno, da adulto ti svegli e metti in dubbio le tue idee? Non puoi.
Sei cresciuto in una famiglia di operai socialisti ma da adulto ti rendi conto che andare in giro in cravatta ti appaga di più e degli operai ti interessa meno di nulla? Non puoi.
Sei cresciuto facendo amicizia con determinati tipi di persone ma le esperienze ti hanno portato a voler frequentare tutt’altro tipo di compagnia? Non puoi.

Eppure cambiare idea su qualcosa è probabilmente l’unica cosa che ci rende davvero liberi. Non possiamo cambiare il mondo, non possiamo far cessare le guerre, far sparire la povertà, far diventare onesta la classe politica, fare benzina a prezzi accettabili.

Però possiamo evolverci come persone, possiamo leggere, pensare e confrontarci con le opinioni altrui convinti di quello in cui crediamo ma sempre aperti a trovare di fronte a noi qualcuno che possa darci un punto di vista nuova, a cui non abbiamo pensato prima.

Facciamoci mettere un tarlo dalle persone con cui parliamo, non scontriamoci sulle nostre convinzioni urlando dall’alto dei nostri piedistalli.

Certo non è facile guardando gli esempi che ogni giorno abbiamo davanti. Prendete il GF Vip, esempio supremo dell’esaltazione della coerenza e a tutti gli effetti ormai considerabile come un enorme esperimento sociale in diretta tv.

L’esempio lampante di questo ragionamento è che queste persone rinchiuse in una casa con altre venti persone 24 ore su 24 non possono cambiare idea su di loro perché altrimenti sarebbero tacciate di falsità. Quindi se i primi giorni frequento qualcuno e mi sta simpatico, poi continuando a frequentarlo lo conosco meglio e mi rendo conto che delle sue idee, dei suoi comportamenti sono per me insopportabili devo comunque andarci d’accordo, diventando quindi falso nei suoi confronti per non essere tacciato di falsità nel caso in cui invece onestamente mi allontani da lui.

Capite che c’è qualcosa che non torna vero?

Aperol Spritz Festival a Roma

Dal 20 al 22 maggio arriva l'Aperol Spritz Festival a Roma.  Presso i Giardini Pensili dell'Auditorium Parco della Musica potrete vivere tre giornate speciali all'insegna della spensieratezza, dell'allegria, del divertimento e, ovviamente, del tanto amato Aperol...

Un matrimonio all’italiana al Teatro Manzoni

Un matrimonio all'italiana al Teatro Manzoni. Al Teatro Manzoni di Roma dal 19 maggio al 12 giungo, arriva “Un matrimonio all’italiana”. Non perdete questa commedia spensierata con un cast d'eccezione. Un matrimonio all'italiana al Teatro Manzoni: la trama La commedia...

Ramona e Giulietta allo Spazio Rossellini

Il 18 maggio andrà in scena Ramona e Giulietta allo Spazio Rossellini. Uno spettacolo teatrale imperdibile nato all'interno di Rebibbia femminile e che adesso viene rappresentato fuori dalle mura carcerarie dalle attrici che sono ormai ex detenute o ammesse alle...