Banner Sito Web

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio

da | Dic 18, 2022 | News

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio, sciarpe della Lazio e tifosi per l’ultimo saluto al campione.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio vita privata

Siniša Mihajlović (in serbo: Синиша Михајловић: [sǐniʃa mixǎjloʋit͡ɕ]; è nato a Vukovar, il 20 febbraio 1969 ed è stato un calciatore e allenatore di calcio serbo con cittadinanza italiana, di ruolo centrocampista o difensore.

Figlio di madre croata e padre serbo,  a causa della guerra d’indipendenza croata, crebbe nella vicina Borovo, dove si era trasferito con la famiglia, all’epoca facente parte della Jugoslavia governata da Tito.

Il padre Bogdan (morto nel 2011) era un camionista, mentre la madre Viktorija lavorava in una calzaturificio.

Dal febbraio del 1995 e fino alla morte è stato legato sentimentalmente alla ex showgirl televisiva romana Arianna Rapaccioni, poi sposata nel luglio del 2005.

Da questa relazione sono nati cinque figli: Viktorija, Virginia, Miroslav, Dušan e Nicholas.

Nel 1993 aveva già avuto un altro figlio, Marko, riconosciuto sin dall’inizio ma incontrato solo nel 2005 a causa della fine della relazione con la madre, avvenuta prima della sua nascita.

Nel 2021 è diventato nonno di Violante, nata dalla relazione tra la figlia Virginia e il calciatore Alessandro Vogliacco. 

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio la malattia

Il 13 luglio 2019 Sinisa ha annunciato in conferenza stampa di aver contratto una forma di leucemia mieloide acuta, per la quale decise di sottoporsi previamente a cure immediate all’ospedale Sant’Orsola di Bologna,  tra cui un trapianto di midollo osseo avvenuto il 29 ottobre seguente.

Dopo un iniziale miglioramento, il 26 marzo 2022, in conferenza stampa, ha comunicato di doversi sottoporre a un nuovo ciclo di cure per contrastare la ricomparsa della malattia che l’aveva colpito due anni e mezzo prima.

Purtroppo è morto il 16 dicembre 2022, all’età di 53 anni, presso la clinica “Paideia” di Roma, dove era stato ricoverato da alcuni giorni in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio

Centinaia di persone in fila fin dalle prime ore del mattino per salutare l’ex calciatore e tecnico serbo.

Tifosi, appassionati e personalità del calcio, tra commozione e messaggi di ricordo.

Presenti Spalletti, la premier Meloni e il presidente del Senato La Russa.

“Hai lottato come un leone in campo e nella vita – ha scritto su Twitter la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni -. Sei stato esempio e hai dato coraggio a molti che si trovano ad affrontare la malattia. Ti hanno descritto come un sergente di ferro, hai dimostrato di avere un gran cuore. Sei e resterai sempre un vincente. A Dio Sinisa Mihajlovic”.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio parole di ricordo

MONTELLA: “UOMO DI VALORE”
“Voglio ricordare Sinisa come un combattente e uomo di valore, mai trovato una persona che parlasse male di lui nei club in cui abbiamo lavorato entrambi.

Anche Claudio Lotito alla camera ardente di Mihajlovic: il presidente del club ha lasciato sulla bara una maglietta della Lazio e si è fermato a parlare con la famiglia del calciatore. “Il ricordo che ho è di un grande amico, di un grande uomo e di un grande padre – dice il presidente della Lazio in lacrime all’uscita dal Campidoglio.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio Spalletti

639eefcc7fb3c | Roma Comunica Portale della comunicazione online di Roma

SPALLETTI: “TI FACEVA CAPIRE SUBITO CHI AVEVI DI FRONTE”
Anche il tecnico del Napoli Luciano Spalletti ha voluto rendere omaggio a Mihajlovic al Campidoglio.

“Lui era ancora allenatore del Bologna, ci eravamo incrociati per alcuni collaboratori, gliene serviva uno e ne aveva in mente uno che conoscevo.

In quel momento approfondimmo la nostra amicizia – ha detto all’uscita – Fuori dal calcio era uguale, uno che ti faceva capire chi avevi di fronte.

Non aveva il timore di nascondersi per poi fregarti.

Poi aveva la forza di una persona di valore, quando ci giocavi contro si sentiva subito.

Qualcosa che non gli ho detto? Aveva a cuore la situazione di Napoli perché gli piaceva come squadra e città”.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio le parole di Mirko il 13enne che ha sofferto con Sinisa.

“Ripenso a quanto sono stato fortunato e mi rammarico di non aver potuto dare a te anche solo un pizzico della mia fortuna – scrive Mirko -.

Metto la maglia che mi hai regalato, ti posso vedere, abbracciare, parlare. Non mi puoi rispondere, ma fa niente. So che in fondo lo stai facendo”.

Ci hai insegnato a lottare a testa alta, a non mollare. Mille grazie non bastano Sinisa, ma io te li devo tutti. Fai buon viaggio“, conclude il 13enne.

Sinisa Mihajlovic camera ardente in Campidoglio messaggi di cordoglio ovunque

143902466 17a3a9bd 5ad3 4d09 b523 acd2935b09c4 | Roma Comunica Portale della comunicazione online di Roma

Wisdom Amey – «Riposa in pace Mister, grazie per avermi introdotto al mondo dei grandi e avermi dato fiducia e coraggio nei momenti importanti della mia vita. È stato un vero onore e piacere averti conosciuto. Ti ricorderemo per sempre Mister, io particolarmente».

Marko Arnautovic – «Grazie per aver sempre creduto in me, soprattutto quando gli altri non lo facevano. Mi hai accolto come un membro della famiglia, sei stato un amico, un fratello e un padre. Ti terrò vivo nel mio cuore e lotterò e giocherò per te. Riposa in pace Mister».

Musa Barrow – «Questa notizia mi fa molto male. Avrai sempre un posto speciale nel mio cuore. Grazie per le cose che mi hai insegnato. Che gli angeli del cielo ti accolgano bene. Grazie Sinisa Mihajlovic».

Emilio De Leo – «Nei miei sogni più audaci, lungo i sentieri responsabili della mia vita, dentro i miei racconti commossi e leggendari. Ti voglio bene Sini».

Ancora:

“Una news molto triste, ciao Sinisa”, così Vasco Rossi nelle sue storie di Instagram pubblicando una foto dello sportivo. “Spesso la parola ‘guerriero’ viene usata a sproposito. Lui lo era veramente: grande giocatore, grande allenatore, grande uomo. La sua fierezza e i suoi principi resteranno per sempre”, ha scritto inveceEnrico Ruggeri.

I funerali si terranno alle 11.30 di lunedì 18 Dicembre nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a piazza Esedra.

Restate aggiornati sui nostri canali social 

Le altre news

 

Ristorante All You Can Eat di Cucina Romana: Scopri la Tradizione a Prezzo Fisso

Ristorante All You Can Eat di Cucina Romana Benvenuti nel Ristorante All You Can Eat di Cucina Romana! Se sei un amante della buona tavola e desideri esplorare i sapori autentici della cucina romana senza preoccuparti del conto, il ristorante all you can eat è la...

La Fine della Storia tra Sergio Maria Dottavi e Greta Rossetti

La Rottura tra Sergio Maria Dottavi e Greta Rossetti: Un Amore Finito La notizia della fine della storia tra Sergio Maria Dottavi e Greta Rossetti ha sorpreso molti fan e appassionati del mondo dello spettacolo. La coppia, che era considerata una delle più affiatate...

Noleggio con Conducente: Il Servizio di Eccellenza di First Horizon

Introduzione al Servizio di NCC: La Scelta Migliore per i Tuoi Spostamenti Benvenuti nel noleggio con conducente su First Horizon, la tua soluzione ideale per il NCC (Noleggio con Conducente). Se stai cercando un servizio di trasporto professionale, affidabile e...